feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

“Brescia che Spettacolo”: Corso Giuseppe Zanardelli è dei pedoni

Brescia

A Brescia, dal 26 novembre, ufficializzata la completa pedonalizzazione della storica e centralissima via

Lo scorso sabato 26 novembre, in occasione della giornata di apertura del periodo di manifestazioni natalizie cittadine, anche l’amministrazione ha voluto fare un regalo ai propri cittadini e a Brescia: lo storico e centralissimo corso Giuseppe Zanardelli diventa a tutti gli effetti completamente pedonale. Niente più autobus, né taxi: dall’incrocio a ovest, tra via X Giornate e Corso Palestro, alla sua estremità a est, al crocevia tra via San Martino della Battaglia e Corso Magenta, il bel corso incorniciato da portici e negozi è ora percorribile in lungo e in largo solo da pedoni e biciclette.

Per una città sempre più a misura di pedone

La pedonalizzazione di corso Zanardelli è il più recente tassello che va a rafforzare un’idea di città più vivibile e a misura di cittadini.

Dall’inizio del mandato della presente amministrazione interventi analoghi hanno riguardato piazza Loggia, piazza Vittoria, vicolo Costanza e vicolo del Capriccio nel 2013; nel 2014 si è proceduto con piazzetta Santa Maria della Carità, vicolo del Fontanone e piazzetta san Giovanni; via della Posta e la “Curt dei Pulì” invece nel 2015. Inoltre sono state trasformate da zone a traffico limitato (Ztl) ad aree a pedonalità privilegiata via Musei (nel 2015) e il riquadro sud di Piazza Paolo VI (nel 2016).

Quanto alla pedonalizzazione di corso Zanardelli, c’è da dire di più: oltre a far seguito a questa serie di interventi, si tratta di una delle azioni qualificanti del programma “Brescia che Spettacolo!”, tema del progetto regionale “Cult City”, che prevede la messa in atto di operazioni a favore dell’accessibilità e del decoro urbano, incluso il rifacimento della pavimentazione e il miglioramento dell’arredo urbano, che saranno realizzati nel corso del 2017.

A motori spenti

Corso Giuseppe Zanardelli, unica via d’accesso (almeno per i non addetti ai lavori) al maestoso Teatro Grande sarà completamente interdetta ai veicoli, salvo quelli in servizio alle Forze dell’Ordine, Vigili del Fuoco e Pronto Soccorso con insegne e segnali acustici e luminosi, oltre all’ingresso e l’uscita dai garage per i residenti attualmente già autorizzati. Inoltre, per i residenti, domiciliati e possessori di posto auto, l’accesso e l’uscita al corso saranno praticabili esclusivamente da via X Giornate (eccetto nella fascia oraria dalle 6 alle 14 di ogni sabato, durante lo svolgimento del mercato).

A impedire il passaggio di auto e altri mezzi sono state poste delle fioriere. Inoltre, per garantire il rispetto delle limitazioni alla circolazione dei veicoli, si sono manutenuti i varchi elettronici già esistenti per il controllo degli accessi, mentre per il carico e lo scarico sono stati predisposti stalli di carico e scarico in corrispondenza del lato est di via X Giornate, nel tratto compreso tra via IV Novembre e Corso Zanardelli. Quanto ai taxi, che – similmente agli autobus - prima del 26 novembre potevano transitare lungo il corso, sono stati individuati cinque stalli di sosta a loro riservati sul riquadro nord di Piazza Paolo VI, per diminuire i tempi di intervento nel caso di richiesta proveniente dalla zona del centro storico a est del corso.

Infine, il percorso della linea 12 (Fiumicello-San Polo), unico bus che passava in corso Zanardelli, è stato deviato: l’autobus con direzione Fiumicello transiterà dal ring, mentre quello diretto a San Polo passerà da via San Martino della Battaglia anziché da via Gramsci, per riprendere il percorso abituale in corso Magenta. Sul corso si torna a passeggiare e basta.

Angela Garbelli

Dicembre 2016

Articoli Correlati

Dire, Fare, Festival
A maggio infoSOStenibile partecipa in prima fila all’organizzazione di Brescia Green e...
Mudec, da industria a Museo
Un modello di riqualificazione per Milano, l’ex area industriale di Ansaldo diventa il...
Archeologia del Cenacolo
Il Castello Sforzesco dedica una mostra all’Ultima Cena Nel 2019 ricorrerà il quinto...
Brescia Green chiama, la città risponde
Associazioni, cooperative, imprese e cittadini contribuiscono con idee e progetti alla...