feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Con ABenergie risparmiate 600 mila tonnellate di CO2 in tre anni

Con ABenergie risparmiate 600 mila tonnellate di CO2 in tre anni

Dal 2012 a oggi ridotte le emissioni di CO2 dell’equivalente di circa 1 milione di alberi. Nel 2015 il trend ancora in forte crescita

ABenergie è un gruppo che opera a livello nazionale con l’obiettivo di fornire alle famiglie e alle imprese italiane energia elettrica verde, gas naturale e piccoli impianti per la produzione di energia rinnovabile a Km zero. Fra i tratti distintivi che caratterizzano la società vi sono la cura e l’attenzione prestate ai propri clienti, ma anche, e soprattutto, una particolare dedizione verso l’ambiente.

Come ha spiegato Alessandro Bertacchi, presidente e fondatore di ABenergie, «La sostenibilità e la tutela dell’ambiente sono valori a cui gli italiani stanno prestando sempre più attenzione, anno dopo anno.

Vediamo infatti che sempre più persone stanno comprendendo i benefici di utilizzare fonti di energia rinnovabile, per la propria abitazione o la propria attività, sia in termini di risparmio sia soprattutto in termini di sostenibilità e qualità della vita. Il nostro compito in ABenergie è quello di rispondere in modo sempre più puntuale a questa necessità attraverso i nostri servizi e prodotti e contribuire in modo significativo alla promozione di una cultura green».

È pur vero che il motore che ha permesso a questi principi di poter essere tradotti concretamente in soluzioni sostenibili per l’intero Paese è l’innovazione, ma la differenza si deve anche alla responsabilità sociale.

Dal 2012 a oggi, infatti, grazie a coloro che hanno creduto nella politica di ABenergie, le emissioni di CO2 sono state ridotte di 600 mila tonnellate, l’equivalente di circa 1 milione di alberi. Un numero, dati alla mano, destinato a crescere: solo nel primo trimestre del 2015 il risparmio è stato di 100 mila tonnellate, il 35% in più rispetto all’anno precedente.

Nonostante nella società odierna vi sia una maggiore consapevolezza dell’impatto che le nostre attività quotidiane hanno sull’ambiente, spesso dimentichiamo che bastano piccoli accorgimenti per fare la differenza e permettere uno sviluppo sostenibile. Ed è questo quello che dovremmo impegnarci a fare per un futuro migliore.

Silvia Cesana

Settembre 2015

Articoli Correlati

Si è conclusa con successo l’edizione 2022 del Festival della SOStenibilità di Bergamo,...
Due giovani si lanciano con successo in un’azienda vinicola all’insegna di qualità e...
La situazione lombarda non fa eccezione: crisi agricola, energetica e turistica. A Lecco...
Nato nel 2020, il Mercato locale di Slow Food lancia per la stagione 2022/23 nuovi...