feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Frontemura apre le porte di Bergamo a Expo

Frontemura apre le porte di Bergamo a Expo

L’azienda agricola biologica bergamasca guida alla riscoperta dei sapori autentici

Frontemura, azienda agricola con sede a Bergamo, è protagonista di Expo nell’ambito del Progetto Scuola con il tema “riscoperta di sapori autentici”, un percorso di degustazione di prodotti biologici, il cui obiettivo è sensibilizzare i visitatori all’importanza del diritto a un cibo sano e sicuro per tutti. Il proposito scelto dal Padiglione Italia si riallaccia alla forza educativa e culturale del tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”.

«I visitatori che a seguito della visita all’Expo verranno in azienda, indirizzati dal Padiglione Italia -spiegano Rossella e Ivan Masper- avranno la possibilità di partecipare alla raccolta e alla consumazione di prodotti biologici e autoctoni del nostro orto, frutteto e vigneto». Insieme sarà possibile apprendere le trasformazioni alimentari connesse alla produzione per riscoprire i sapori più genuini e naturali, conoscere l’utilizzo di attrezzature e metodi di trasformazione innovativi, nel rispetto della tradizione. Si tratta di una sorta di visita interattiva in azienda, situata nella cornice del Parco dei Colli e circondata da antichi vigneti terrazzati che formano uno spettacolare anfiteatro. La realtà, infatti, si propone come osservatorio privilegiato trovandosi di fronte a Città Alta, l’antico borgo storico della città.

La selezione dei biotipi appartenenti alle uve autoctone permetterà di migliorare nel tempo il loro adattamento al nostro ambiente pedoclimatico, valorizzandone l’espressione e la caratterizzazione delle qualità intrinseche. Inoltre, grazie all’esperienza offerta dalla fattoria didattica sarà possibile riscoprire la realtà dell’agricoltura biologica, attraverso un percorso formativo. La fattoria è accreditata dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Bergamo e fa parte del circuito Coldiretti di Bergamo che sottolinea l’importanza dell’approccio educativo e culturale in ambito agricolo, all’interno di un evento di portata mondiale come Expo.

Elena Pagani

Maggio 2015

Articoli Correlati

Sette anni in sette giorni
Novembre 2017, bene. Ci guardiamo indietro e… sette anni, sono passati già sette anni e...
Abbigliamento sostenibile. Vestirsi per filo e per sogno
A Paladina la fiera del tessile biologico, ecologico e solidale Domenica 22 ottobre...
Il grande sentiero
Montagna, viaggi, avventure e ambiente nella rassegna cinematografica di Lab80 Nona...
Autunno, tempo di castagne
Sul lago di Como un “maxi castagneto” da 220 ettari L’autunno è arrivato e insieme all’...