feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il Bio-Distretto protagonista del Mercato dei Mercati e BioDomenica

Sul Sentierone il tradizionale mercato dei piccoli produttori a filiera corta della bergamasca per la quinta edizione di Agricultura e Diritto al Cibo

Dopo la sospensione dello scorso anno dovuta all’emergenza covid, è finalmente tornato il “Mercato dei Mercati_BioDomenica”, un’iniziativa che vede il Bio-Distretto per l’agricoltura sociale di Bergamo impegnato a coordinare un gruppo organizzativo formato dai soggetti che propongono mercati a filiera corta nel territorio bergamasco, vale a dire: Coldiretti, Confagricoltura, Mercato&Cittadinanza, Parco dei Colli, Slow Food oltre, naturalmente, il Bio-Distretto stesso. L’evento rientra nell’iniziativa “Agricultura e Diritto al Cibo”, promossa dall’amministrazione comunale cittadina che, per la gestione organizzativa, si avvale del supporto del Bio-Distretto.

Il Mercato dei Mercati_BioDomenica ha una valenza particolarmente interessante: i diversi organizzatori di piccoli mercati a kmZero bergamaschi collaborano volentieri e senza bandiere per la buona riuscita di questa manifestazione importante e significativa. Lo sforzo di unire gli intenti, creare dialogo e collaborazione per una buona causa comune, cioè supportare piccoli produttori, un’agricoltura locale, sana e giusta e un modello di economia sociale e solidale, è condiviso e fattivamente portato avanti in modo aperto, collaborativo e dal basso. Ciò costituisce un’esperienza virtuosa che raramente si può trovare in altri territori.

Mercato e convegni

Domenica 31 ottobre il Sentierone di Bergamo ha quindi ospitato ben 70 espositori, che hanno offerto i loro prodotti a filiera corta sia convenzionali che biologici e hanno presentato le loro aziende. Inoltre, non sono mancati i momenti di approfondimento e scambio. Ad esempio, domenica mattina ha avuto luogo un’interessante Tavola Rotonda con la partecipazione di AIAB Lombardia e BioAS-Associazione nazionale di Bioagricoltura sociale, dove si è discusso il tema della lotta al caporalato in agricoltura.

Durante tutta la giornata, i visitatori del mercato hanno anche avuto l’opportunità di vedere la Mostra “Sulla Cura della Casa Comune” dell’ufficio Pastorale Sociale della diocesi di Bergamo, allestita nei pressi dell’Info Point. Infine, come di consueto, i bambini si sono divertiti nello spazio allestito dalla cooperativa Alchimia, con giochi creativi e tradizionali in legno e materiali naturali.

L’impegno del Bio-Distretto a favore di un’agricoltura sempre più sostenibile e un’economia a misura d’uomo si è concretizzato anche in un’altra iniziativa, sempre legata ad “Agricultura e Diritto al Cibo”. Venerdì 29 ottobre presso la sala Viterbi del palazzo della Provincia si è tenuto un convegno a cui hanno partecipato vari esperti, quali: Giuseppe Remuzzi, Direttore dell’Istituto Mario Negri; Carlotta Franchi, dell’Italian Institute for Planetary Health (IIPH); Anna Patrizia Ucci di Slow Food Lombardia e Alba Pietromarchi della Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica.

L’incontro intitolato “Cibo e Salute”, è stata una preziosa occasione di formazione per consumatori, produttori e addetti ai lavori sul tema della possibilità di nutrire adeguatamente tutti gli abitanti della Terra, gestire la produzione senza inquinamento ed eccessivo consumo di acqua, suolo e mare e senza compromettere la biodiversità: argomenti sempre più al centro del dibattito, su cui tutti abbiamo il dovere e il diritto di informarci correttamente.

Lo sportello del Biologico

Continua infine l’attività del Primo Sportello del Biologico Bergamasco, partito ormai da qualche mese, che offre alle aziende agricole vari tipi di servizi, alcuni anche a titolo gratuito (consulenza agronomica e su finanziamenti e bandi, comunicazione e promozione online delle aziende). Non di secondaria importanza sono gli approfondimenti divulgati grazie alla collaborazione con FIRAB (Fondazione Italiana per la Ricerca in Agricoltura Biologica e Biodinamica) che si possono ricevere tramite newsletter oppure consultando il sito www.biodistrettobg.it.

Per ogni informazione scrivere a: info@biodistrettobg.it

Novembre 2021

Articoli Correlati

Clicca qui sotto per aprire la Newsletter:
Clicca qui sotto per aprire la Newsletter:
InfoSOStenibile partecipa come stakeholder del Comune di Mozzo, al progetto europeo Just...
Una pianta semplice ma ricca di proprietà La cicoria è diffusa in tutti i continenti e...