feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

L'ambiente nei giornali e in Tv non fa ancora notizia

L'ambiente nei giornali e in Tv non fa ancora notizia

Pubblicati a dicembre 2017 i dati del quarto rapporto Eco Media sulle notizie ambientali. Premiati i giornalisti più green

In tutto il mondo le tematiche ambientali e sulla sostenibilità sono sempre più al centro dell’attenzione della società, tuttavia non riscuotono ancora un grande successo per i media italiani.

Questo è quanto emerge dal 4° Rapporto Eco Media, presentato a Roma lo scorso 19 dicembre, nell’ambito del Forum nazionale “Ambiente e sviluppo sostenibile tra informazione, economia e politica”, promosso da Pentapolis Onlus, associazione di comunicatori e giornalisti che promuove l’ambiente, la responsabilità sociale e lo sviluppo sostenibile, in collaborazione con l’Osservatorio di Pavia.

Obiettivo del Rapporto è far sì che le tematiche ambientali non siano più relegate solamente a emergenze e catastrofi naturali, ma abbiano uno spazio costante e siano più connesse con le questioni economiche, al fine di promuovere stili di vita sostenibili e una maggior consapevolezza dell'opinione pubblica.

Cronaca e disastri: le notizie ambientali nelle edizioni serali dei Tg

I dati sulla copertura delle notizie ambientali nelle edizioni serali dei principali Tg italiani, come Rai1, Rai2, Rai3, Rete4, Canale5, Italia1 e La7, raccolti nel primo semestre dello scorso anno, ovvero dal 1 gennaio al 30 giugno 2017, mostrano come soltanto l'11% delle 24.673 notizie presentate siano dedicate all'ambiente in tutte le sue possibili accezioni, per un totale di 2.760 notizie.

La maggior parte di queste sono di cronaca, con un picco a gennaio e febbraio a causa delle scosse di terremoto in centro Italia e delle condizioni meteorologiche particolarmente rigide registrate sempre in quel periodo in tutta la penisola.

La cronaca e i disastri costituiscono infatti il 46% delle notizie ambientali, il 26% riguarda le condizioni meteorologiche, mentre solo l'8% riguarda natura e animali.

Infine è importante ricordare che i temi ambientali occupano il 20% del totale delle notizie: lo scorso anno si sono concentrati per il 32% sul clima, per il 24% a pari merito su tutela ambientale e rifiuti e per il 20% sull'inquinamento.

Il Premio Giornalisti per la Sostenibilità

Sempre in occasione del Forum Nazionale è stato conferito il premio “Giornalisti per la Sostenibilità”. «L’obiettivo del Rapporto Eco-Media è quello di stimolare la stampa italiana a un diverso approccio nei confronti delle tematiche ambientali, con una conseguente e auspicabile maggiore attenzione da parte dell'opinione pubblica» ha dichiarato il presidente dell'Osservatorio Sviluppo Sostenibile e Ambiente nei Media Massimiliano Pontillo.

«Nelle notizie affrontate dai Tg nazionali l’ambiente non è mai reale protagonista, ma lo sfondo su cui si raccontano vicende quasi sempre drammatiche, qualcosa a cui adattarsi, su cui l’uomo non ha responsabilità dirette. I giornalisti che sono stati selezionati e a cui è stato consegnato il premio si sono invece distinti per l’attenta e puntuale divulgazione delle tematiche ambientali, con l’auspicio di veder crescere di anno in anno l’attenzione dei media su questo tema e sullo sviluppo sostenibile».

A ricevere il Premio quest'anno sono stati: Elisabetta Biraghi, Tg5, Enza Emira Festa, Tg3 e Giammarco Sicuro, Tg2 per la televisione; Matteo Campofiorito di GreenStyle per il web; Jacopo Giliberto de Il Sole 24 Ore per la carta stampata e Maurizio Melis di Radio24 per l'informazione radio.

Arianna Corti

Febbraio 2018

Articoli Correlati

Clima e povertà
Cause che generano effetti: i cambiamenti climatici costringono milioni di persone a...
Vola vola vola la fregata andrewsi
Originaria dell’Isola di Natale, è ad altissimo rischio d’estinzione a causa della...
Il castello di Punta Troia
La remota e selvaggia isola delle Egadi (TP) è la meta ideale per chi cerca una vacanza...
Il Re Leone
Un cammino di crescita e scoperta di sé "Il Re Leone" è un classico Disney del 1994,...