feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

La birra Elav del mese: BEAT WEIZEN GENERATION

La birra Elav del mese: BEAT WEIZEN GENERATION

Nome: Beat Weizen Generation

Provenienza: Bergamo, Italia

Stile: Weizen

Materie prime:

-Malti Pils e frumento maltato

-Luppolo Saaz

Recensita da Federico Zivillica su Enjoy Food & Wine (www.enjoyfoodwine.it)

 

Alla vista

Si presenta nel bicchiere di color giallo paglierino, molto chiaro e velato. La sua schiuma è bianca e di lunga tenuta.

Al naso

Una birra che in parte si differenzia rispetto alle classiche Weizen, dove i sentori di banana, apportati dagli esteri sintetizzati in fermentazione, dominano nettamente la scena. Nella Beat Weizen Generation questi sono accompagnati da eleganti note floreali, fruttate (richiami di ananas e albicocca non mancano) e leggermente speziate, che la rendono una Weizen tutta da scoprire.

In bocca

Birra costituita da una buona struttura. La sua carbonazione non è invadente ma nonostate ciò mantiene un corpo morbido e avvolgente. La componente dolce dei malti è smorzata da sensazioni citriche e speziate che, tramite un passaggio che regala una piacevole acidità, ci conducono verso un finale secco e molto pulito.

Abbinamenti

La pulizia e la notevole secchezza finale della Beat Weizen Generation ci permettono di accompagnarla a piatti a base di carne suina, primi piatti e insalate.

 

Capesante rosolate con cosce di coniglio in salsa Weiss

Ricetta realizzata per noi da Einmass, via Papa Giovanni XXIII n.18 a Montello (BG)

INGREDIENTI PER 4 PERSONE

• 4 capesante grosse

• 4 cosce di coniglio

• 1 bottiglia di Weiss

• 1 pomodoro ramato

• 1 cipolla bianca

• 1 patata

• Sale e pepe q.b.

DIFFICOLTÀ: media

TEMPO DI PREPARAZIONE: 30/40 minuti

PREPARAZIONE

In una pentola aggiungere pomodori ramati e cipolla a dadini con un filo d’olio extra vergine d’oliva. Rosolare il coniglio, sfumare con la birra e aggiungerne di tanto in tanto. A cottura ultimata (30/40 minuti) rimuovete il coniglio e create una salsa con il fondo avanzato. Aprite le capesante lasciando unito il frutto al corallo. In una padella, con un filo d’olio, scottate le capesante da entrambi i lati. Dopo aver pelato e lavato la patata, con l’aiuto della mandolina, create una chips che dovrete sciacquare e asciugare; infine friggetela in olio di semi bollente (185°C) per due minuti. Posizionate al cento del piatto la salsa alla birra, su cui adagerete la capasanta e la coscia di coniglio. Arricchite il piatto con altra salsa alla birra e la chips di patata. Il piatto è servito.

 

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
Settembre 2014

Articoli Correlati

Scelto il rinnovato BoPo di Ponteranica per la cena annuale della nostra rivista, all’...
Dalle leggende ancestrali alla nostra tavola, conosciamo le mandorle attraverso la storia...
Informati mettendo alla prova le tue conoscenze divertendoti Domande 1. Condimento da...
La ex bocciofila diventa ristorante con ampi spazi interni ed esterni, gestito dalle...