feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Piccoli frutti dimenticati… Ma dalle mille proprietà

Piccoli frutti dimenticati… Ma dalle mille proprietà

Cremona: l’agricoltore Marco Poli crea prodotti artigianali utilizzando i piccoli frutti antichi, dall'olivello spinoso alla rosa canina

In una società sempre più condizionata dalle mode culinarie, dal consumo di massa e da una scarsa conoscenza delle antiche tradizioni, a Pieve San Giacomo, alle porte di Cremona, esiste una realtà che ci fa sperare in un futuro migliore: l’Azienda Agricola Castellazzo di Poli Marco, che ha fatto del rispetto degli equilibri naturali, della tutela della biodiversità e dell'agricoltura pulita i suoi valori fondanti.

«Coltiviamo in armonia con la natura che ci circonda - spiega con entusiasmo il titolare Marco Poli -: frutta, verdura e cereali per la produzione di trasformati a “ricetta corta” e senza alcun utilizzo di sostanze chimiche dal campo al vasetto finale».

Insomma, un ciclo della natura che funziona in equilibrio perfetto: le vacche da latte offrono il fertilizzante, le api impollinano i fiori e i vitelli al pascolo rasano l’erba del frutteto. Con un surplus: la riscoperta cioè dei piccoli frutti antichi e di quelle colture locali quasi dimenticate, che ha portato l'azienda agricola a creare un nuovo marchio di produzione per salvare dall'oblio questi prodotti della tradizione locale umili, ma ricchissimi di proprietà.

Piccoli frutti antichi per prodotti artigianali

La zootecnica Castellazzo è una realtà decennale e a conduzione familiare. Cascina immersa nella campagna cremonese, l'azienda agricola segue i principi dell'agricoltura naturale: niente fertilizzanti, niente additivi, niente chimica e - da parte dell'uomo - nessun pretendere “di più dalla natura”. I ritmi li detta lei e i prodotti sono completamente a chilometro zero, a filiera cortissima e controllata.

Da tre anni, l'azienda ha creato anche il marchio Rossograno, espressione di un desiderio diventato realtà: la rimessa in produzione di piccoli frutti, ricchi di proprietà benefiche e dall'alto valore simbolico, per offrire prodotti artigianali naturali all'insegna del territorio e della biodiversità.

Tre ettari del terreno dell’azienda agricola sono oggi adibiti alla coltivazione di piccoli frutti ormai dimenticati: rosa canina, olivello spinoso, sambuco, uva nera… Tutti frutti conosciuti dai nostri nonni, un tempo largamente utilizzati per le loro benefiche proprietà e quasi andati in disuso, con cui oggi Marco Poli produce confetture, succhi ed essiccati.

Ritorno alle origini

Ma com’è nata l’idea?

«Un po’ per caso, un po’ per la voglia di proporre qualcosa di nuovo», spiega Poli. Tutto risale a qualche anno fa quando ha iniziato a dilagare la moda delle bacche di Goji, millantate ovunque come superfood.

Oltre ad aver notato che il sapore di queste bacche era tutt’altro che gradevole, Marco Poli ha realizzato che - per garantire la conservabilità di un prodotto proveniente dall’Asia - le bacche stesse venivano rimpinzate di glucosio e solfiti... E addio allora a tutte le buone proprietà! Inoltre, passeggiando lungo gli argini dei canali e nelle campagne, ha notato la crescita di piante spontanee che non necessitano di trattamenti antiparassitari e che fruttificano in modo naturale e abbondante: ha voluto quindi fare una prova, ha staccato un ramoscello e ha tentato la riproduzione della pianta per talea, sistema semplice ed economicissimo. L’esperimento è riuscito alla perfezione: è così che è nata l'idea di Rossograno, per dei superfood che fossero davvero a chilometro zero.

Un esempio su tutti? La punta di diamante della linea Rossograno è l’Olivello spinoso, il “limone del nord”: un cespuglio diffuso in Pianura padana e nell’est Europa, le cui bacche sono tanto ricche di vitamina C e di altri principi che i russi lo usano come antibiotico naturale.

I prodotti Rossograno sono reperibili nel negozio a Km 0 in cascina, nei mercatini di quartiere nelle provincie di Cremona, Piacenza, Parma, Brescia e Mantova e in alcuni negozi alimentari o direttamente nello shop online.

Federica Ermete

 
Marzo 2020

Articoli Correlati

Carta della Mobilità 2020
Presentata la nuova guida di ATB e TEB utile e aggiornata per viaggiare informati con...
Approvato in commissione bilancio della camera l'emendamento al decreto rilancio sulla...
In due giorni alcuni istituti pubblici di Bergamo hanno tutte ricevuto i contenitori per...