feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Voglia di bicicletta rosa

Voglia di bicicletta rosa

Quando la voglia di far ridere amiche e clienti diventa un romanzo umoristico con le sfumature del Giallo e del Rosa

Wilma Cavana residente a Castelli Calepio aveva un sogno: diventare estetista.

A dispetto del parere contrario della famiglia e dell’avvio a tutt’altro lavoro, a 25 anni dopo aver compiuto gli studi necessari è riuscita a realizzare il suo sogno, aprendo un centro estetico nel suo paese.

A distanza di alcuni anni, dopo corsi in Svizzera, specializzazioni e tanta esperienza, Wilma è soddisfatta del suo lavoro, ma le manca comunque qualcosa. Inizia così a dedicarsi alla scrittura tra una pausa e l’altra, tra un massaggio e un trattamento viso, con l’obiettivo di far ridere le sue amiche e anche qualche cliente.

Nasce così il romanzo umoristico “Voglia di biciletta rosa”, pubblicato nel dicembre 2015 da Altromondo Editore. Wilma non pensava che il suo racconto, ispirato a fatti realmente accaduti, alle amiche di sempre, descritte con i loro pregi e difetti in tono ironico, a tratti esilarante, potesse diventare un libro.

Ma l’amicizia è a volte un sentimento che trascina: è a questo punto che entro in gioco io, amica e cliente, alla quale Wilma ha iniziato a leggere le prime pagine del suo manoscritto. Ero così sorpresa e divertita che le promisi che se lo avesse terminato, avrei fatto di tutto purché fosse pubblicato.

Così abbiamo inviato il manoscritto a diverse case editrici ricevendo in ritorno tre proposte di pubblicazione! “Voglia di biciletta rosa” narra la storia di Marisa, una giovane donna sempre in compagnia della sua bicicletta monopedale rosa Barbie, che si vede costretta a intraprendere un viaggio dalla Franciacorta, dove abita, fino alla Svizzera per curare una rara patologia agli occhi. Marisa soffre di una malattia che offusca la vista e che solo il Dottor Husman, celebre oculista di Lugano, è in grado di operare.

Alla perenne ricerca di una stabilità, continuamente messa in pericolo dal grave vizio del gioco che, a dispetto della vista offuscata, non riesce proprio ad abbandonare, la protagonista viene raggiunta dalle amiche, pronte a supportarla durante lo strampalato viaggio. Tra giallo e rosa, un’avventura tutta da ridere. Il libro è disponibile nelle librerie on-line IBS, La Feltrinelli e sul sito www.cinquantuno.it

Elena Pagani

Aprile 2016

Articoli Correlati

“Segni e Sogni d’Alpe”
Dopo l’interruzione a causa dell’emergenza sanitaria, la mostra fotografica di Marco...
erba
Per assecondare il desiderio dei cittadini di godere sempre più delle aree verdi a loro...
Fiera del Cicloturismo
La kermesse dedicata al mondo della bici e a quello del turismo si sarebbe dovuta...
orto botanico Bergamo
La Rete degli Orti Botanici della Lombardia si prepara a riaprire i suoi giardini con...