feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Cassette di prodotti bio a km zero. Il progetto di Cooperativa Aretè

“Cassette Aretè” direttamente dal campo

“Cassette Aretè” permette di abbonarsi alla propria cassetta di frutta e verdura biologica settimanale: diverse tipologie, genuinità garantita

Il valore di unire il verde dell'agricoltura biologica e la dignità delle persone che ci lavorano.
La Cooperativa Aretè ha fatto proprio di questa consapevolezza il suo caposaldo: presente da trent'anni sul territorio di Bergamo e provincia, opera nel delicato ambito del reinserimento sociale.
Nasce come alternativa per i detenuti che devono scontare la propria pena in carcere, puntando ad essere un’esperienza ponte che accompagni la persona verso la sua nuova liberà, attraverso l’attività della coltivazione e della vendita di prodotti ortofrutticoli biologici.
Col tempo il raggio d’azione di Aretè si è esteso accogliendo oltre che i carcerati anche persone con altre tipologie di disagi: da un anno a questa parte la cooperativa ha deciso di intraprendere un percorso che la renda più vicina alle persone. Come? Diventando più smart e ampliando i propri servizi, per andare incontro alle nuove esigenze delle famiglie.

Sempre più vicina alle persone

Il primo passo è stato quello di rifare e aggiornare il sito internet, prima grande vetrina che oggi tutti consultano.
Oltre al sito web è stata data molta attenzione agli strumenti social: Google, Facebook e Instagram. Si tratta di strumenti che Aretè ha scelto di utilizzare come dialogo costante tra sé e il pubblico: le pagine social vengono infatti utilizzate come diario che narrano la vita quotidiana della cooperativa, di chi la vive e di chi la frequenta.
Oltre alla vetrina web, Aretè ha scelto di portare avanti anche un altro progetto, per dare una mano alle famiglie sempre più di corsa tra impegni professionali, scuola e gestione della casa… facendo la spesa per loro! È così che nasce infatti il progetto “Cassette Aretè”: ogni settimana la cooperativa coglie i propri prodotti nei suoi campi e compone la tua cassetta di frutta e verdura fresca e biologica. Per le famiglie è sufficiente abbonarsi e passare a ritirare la propria cassetta.

“Cassette Aretè” direttamente dal campo

Il progetto nasce con un molteplice scopo: promuovere un ritorno alle origini e alla sostenibilità del cibo, offrire prodotti di qualità garantita e dare la possibilità a tutti di godere di una spesa genuina ed etica al tempo stesso.
Basta infatti richiedere il servizio (l'abbonamento può essere mensile o trimestrale) e accordarsi per il ritiro settimanale della propria cassetta in negozio: se il contenuto della cassetta è variabile in base alla stagionalità delle colture, è tuttavia possibile scegliere diverse tipologie e dimensioni in base alle proprie necessità quotidiane.
La qualità e la bontà dei prodotti sono garantiti, perché Cooperativa Aretè ha scelto di operare in chiave rigorosamente biologica fin dalla sua nascita oltre 30 anni fa: bando quindi a concimi chimici e diserbanti e largo invece a metodi e prodotti naturali e a pratiche agronomiche quali la rotazione, il sovescio e le lavorazioni superficiali per mantenere e potenziare la vita e la fertilità naturale del suolo.

Per informazioni sul progetto, sulle tipologie di cassette e sugli abbonamenti, è possibile visitare il sito www.aretecoop.it oppure inviare una mail all'indirizzo aretebergamo@gmail.com

Dicembre 2018

Articoli Correlati

Economia Solidale e Sociale: verso una legge regionale
Nei mesi scorsi è stato avviato il percorso per una proposta di legge regionale sull’...
E ora coraggio e lungimiranza. Sindaci e assessori: niente più alibi
Dopo le elezioni europee e amministrative, avviate i cinque anni del vostro mandato con...
Il Festival della Sostenibilità e dell'Ambiente sbarca a Lecco
Dal 13 al 15 settembre nel cuore della città lariana alla scoperta delle potenzialità del...
Overshoot Day
Il vecchio Continente di fronte alle nuove sfide ambientali tra stati di emergenza e...