feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Pillole di sostenibilità per un mondo più green

Biopack

Buone pratiche, passi avanti, spunti sostenibili dal mondo delle imprese e delle start up

Imballaggi ecocompatibili. Largo al Biopack 

Una delle principali cause dell'eccesso di plastica nell'ambiente è dovuto agli imballaggi: ecco perché sempre più realtà imprenditoriali si stanno attrezzando per cambiare rotta.

Un esempio in questo senso viene dall'Italia: la McGarlet, azienda leader nell'importazione e distribuzione di frutta esotica, ha varato la linea 100% ecosostenibile grazie a Biopack, il nuovo packaging totalmente plastic free e amico dell'ambiente.

I vassoi di confezionamento della frutta saranno biodegradabili e realizzati in cartone derivato dalla lavorazione di legname proveniente da foreste rinnovabili (certificazione FSC®), mentre le etichette e il film trasparente saranno smaltibili nell'organico.

Chi odia paga. Contro l'odio online 

I numeri dell'odio online crescono di anno in anno: secondo la “Mappa dell'intolleranza” redatta da Vox Diritti, in Italia il 70% dei tweet analizzati (oltre 200 mila) contiene messaggi di odio. Vittime principali sono migranti, donne, musulmani, disabili, ebrei e omosessuali, con percentuali in crescita rispetto al 2018. È sulla base di questi dati che lo scorso anno è nata COP – Chi Odia Paga, prima piattaforma legaltech italiana per difendersi dall'odio online. 

La start up, nata nel 2018, difende legalmente le persone bersaglio di odio sul web rispetto ai reati di cui sono vittime, dalla diffamazione allo stalking, dal revenge porn al cyberbullismo. Il sito verrà lanciato ufficialmente a inizio 2020.

A Madrid un albergo a misura di ambiente 

Le buone pratiche in materia di sostenibilità piacciono... e pagano. Ne è la prova l'albergo 5* spagnolo VP Plaza España Design di Madrid, che grazie alla sua attenzione all'ambiente ha ottenuto la certificazione Gold Leed (Leadership in Energy & Environmental Design). Inaugurato nel 2018, l'hotel ha meritato il riconoscimento grazie alla posizione ideale e ben collegata con i mezzi pubblici, all'attenzione alla sharing mobility (dedica spazi specifici alle stazioni di ricarica per auto elettriche), all'efficienza energetica ed idrica della struttura e alla qualità dei materiali.

Anche in Lombardia consegne a basso impatto ambientale

Consegnare prodotti risparmiando CO2 è possibile? Certo, a patto di farlo con un occhio di riguardo alle modalità di trasporto, così da impattare il meno possibile sull'ambiente.  È quanto sta cercando di fare L'Oréal, che ha lanciato l'iniziativa “Consegne Green” nei centri storici di 8 città italiane, tra cui tre lombarde (Milano, Pavia e Bergamo) con l'obiettivo di recapitare i prodotti a oltre 1000 punti vendita utilizzando veicoli elettrici e biciclette, per un totale di oltre 10mila consegne annue. Gli effetti? Un risparmio di CO2 pari a 13 tonnellate.

Dicembre 2019

Articoli Correlati

Ferrovie Dismesse come ciclabili: una risorsa per le due ruote
FIAB-Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta scatta una fotografia aggiornata delle...
Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...