feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Servizi di sharing gratuiti per gli operatori sanitari di Bergamo

mobike

Per consentire la massima facilità di spostamento a coloro che operano nelle strutture sanitarie della città, il Comune di Bergamo, in collaborazione con ATB, Mobike e E-VAI, ha messo a disposizione gratuitamente alcuni servizi di bike sharing e car sharing presenti in città.

Il primo provvedimento a favore di medici, infermieri e operatori socio sanitari è arrivato qualche giuorno fa con lì’opportunità di viaggiare gratuitamente sugli autobus della rete ATB, sui tram della Linea T1 Bergamo – Albino, e di parcheggiare gratuitamente sui posti blu e gialli fino al prossimo 31 maggio. Ora gli stessi possono usufruire, sempre a titolo gratuito e fino al 30 giugno, anche del servizio di bike sharing La BiGi attraverso modalità di richiesta e utilizzo definite ad hoc.

Per quanto riguarda Mobike, il noto servizio di bike sharing che conta più di 30.000 iscritti in città, sono stati messi a disposizione delle strutture sanitarie di Bergamo 200 pass trimestrali gratuiti. Primi a godere di questa opportunità saranno il personale dell'Ospedale Papa Giovanni XXIII e quello dell'Istituto Palazzolo. Infine, E-VAI, già presente nella città con il suo servizio di car sharing elettrico e con l'innovativo servizio di auto elettriche condivise tra Comune e cittadini, ha consegnato qualche giorno fa e per un mese due auto in comodato d'uso gratuito all'Ospedale Papa Giovanni XXIII per le attività di spostamento del personale coinvolto nella gestione dei servizi legati all'emergenza sanitaria.

«In un momento in cui i servizi di sharing sono sottoutilizzati dai cittadini, per ovvi motivi, - spiega l'assessore alla mobilità del Comune di Bergamo Stefano Zenoni - grazie alla collaborazione con le società abbiamo pensato che potessero essere comunque utili ai cittadini, ovvero supportando il personale sanitario a spostarsi in città nel modo più semplice possibile, con la speranza che gli stessi servizi di sharing possano tornare centrali per la mobilità urbana di tutti il prima possibile»

Aprile 2020

Articoli Correlati

Settimana Europea della Mobilità. Come spostarsi nell'era post-Covid?
A settembre torna l’appuntamento europeo annuale. Focus sulla mobilità del futuro e sulle...
Mare chiama terra. È tempo di invertire la rotta
Riportare i mari europei a un buono stato ambientale: obiettivo mancato. L'allarme dell'...
Adelante, con juicio
Mobilità in transizione… ecologica. Accelerare le soluzioni, per rallentare i ritmi...
Tavoli e piante in Piazza Vecchia come simbolo di rinascita
Torna anche quest'anno a Bergamo “I Maestri del Paesaggio”. Nell'incontro tra natura e...