feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Il Cavolfiore

Tutte le proprietà del bianco in un unico ortaggio

Il cavolfiore bianco è una varietà di cavolo appartenente alla famiglia delle Brassicacee o Crucifere, chiamate così per la forma a croce del fiore. Ortaggio delicato e versatile, è un vero toccasana per la salute: ha un ottimo contenuto di proteine, fibre, vitamine (A, K e C), sali minerali (potassio, calcio, fosforo e ferro) e acido folico. Tra le proprietà più accreditate ci sono quella diuretica, lassativa e antireumatica. Dato che il cavolfiore ha varietà precocissime, precoci, invernali e tardive, lo si può trovare da ottobre a maggio.

Per mantenere intatte le sue proprietà, la miglior tecnica di cottura è in pochissima acqua, stufato o al vapore. L’abitudine di lessarlo, invece, fa perdere buona parte delle essenze solforate, vitamine ed enzimi, rendendone così più difficoltosa la digestione. La parte più benefica della pianta è costituita dalle foglie, che contengono clorofilla, zolfo, molti oligoelementi e provitamina A: rendono il cavolfiore più digeribile, ma solitamente vengono scartate.

Cuocere il cavolfiore significa spargere un odore molto intenso e poco piacevole, per questo è utile aggiungere in cottura qualche goccia di limone o una mollica di pane imbevuta di aceto.

Buonissimo anche crudo a piccoli pezzi e condito con olio, sale e limone.

 

LA RICETTA: Spezzatino di cavolfiori con piselli e olive

INGREDIENTI
  • 1 cavolfiore
  • 500 g passata di pomodoro
  • 100 g olive nere o verdi
  • 130 g piselli lessati
  • 1 cipolla
  • 2–3 rametti di rosmarino fresco
  • 1 cucchiaio di semi di finocchietto
  • 1 cucchiaino di paprika
  • Sale e pepe
  • Olio extravergine d’oliva

PREPARAZIONE

Versate in una pentola ampia un po’ d’olio, aggiungete il rosmarino tritato finemente, i semi di finocchietto e il cucchiaino di paprika e lasciate scaldare il tutto a fiamma bassa. Tritate la cipolla e unitela all’olio caldo insieme a un pizzico di sale. Mentre la cipolla soffrigge, lavate e dividete a cimette il cavolfiore. Aggiungetele in pentola e fatele saltare per un paio di minuti per farle insaporire. Versate poi anche le olive, i piselli lessati e la passata di pomodoro e condite con una bella presa di sale e una spolverata di pepe.

Fate cuocere lo spezzatino con un coperchio per circa 30 minuti, o fino a che il cavolfiore avrà raggiunto il grado di cottura desiderata. Se fosse necessario allungate con qualche cucchiaio di acqua calda, tenendo a mente che il sugo alla fine dovrà restare abbastanza denso. Servite lo spezzatino di cavolfiori ben caldo, accompagnato da una fetta di pane abbrustolito.

Marzo 2022

Articoli Correlati

Fra gli argomenti più discussi e dibattuti negli ultimi tempi troviamo la sostenibilità...
Un ortaggio ipocalorico e ricco di nutrienti Ortaggio dal gusto unico e deciso, la rucola...
Una dorata primizia estiva Appartenente alla famiglia delle Rosaceae, l’albicocca è una...
Un luogo unico dove uomini e natura si incontrano da secoli La sfida di un turismo green...