feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

Le novità di Condominio Expo. Laboratorio, manager e carta per il governo

Le novità di Condominio Expo. Laboratorio, manager e carta per il governo

La manifestazione nazionale dedicata alla riqualificazione del patrimonio immobiliare in scena alla Fiera di Bergamo per il rilancio dell’edilizia

Il 3 e 4 dicembre torna alla Fiera di Bergamo Condominio Expo, la prima fiera nazionale interamente dedicata all’innovazione del condominio.

L’evento, organizzato da Ente Fiera Promoberg, ha tra i meriti principali quello di riunire, oltre alla Camera di Commercio di Bergamo, tutte le realtà che ruotano attorno al pianeta dell’edilizia e del settore dei condomini, tra cui: le Associazioni dei costruttori, gli Ordini Professionali, Regione Lombardia, Aler, Anaci e le altre principali Associazioni degli Amministratori Condominiali.

Tra le principali novità della kermesse si segnalano Condominio Expo Lab, un “laboratorio territoriale” dedicato al settore, e la Carta del Condominio, un documento condiviso da tutta la filiera indirizzato al governo per evidenziare la necessità di nuovi atti normativi e legislativi in grado di rilanciare il settore.

Nel primo caso saranno coinvolti i principali attori nazionali, in una sorta di “Borsino del Condominio” in cui convergeranno centinaia di proposte di riqualificazione, presentate direttamente dagli amministratori condominiali a imprese, impiantisti, reti e progettisti, con la partecipazione attiva e straordinaria delle banche, che metteranno a disposizione prodotti e servizi specifici e plafond dedicati al nuovo Laboratorio di Condominio Expo.

Per quanto riguarda invece la Carta del Condominio, il primo punto chiama subito in causa la definizione di condominio come soggetto giuridico con valore economico e legale. Una mancanza legislativa italiana che impedisce al sistema bancario/finanziario di intervenire con proposte e garanzie adeguate.

Condominio Expo 2015 metterà inoltre al centro la figura del manager condominiale: oggi i professionisti della gestione dei condomìni non possono più essere dei semplici addetti alla contabilità comune ma sono chiamati a fare un salto di qualità professionale.

Ben il 72% delle abitazioni in Italia è infatti costruito con caratteristiche di scarsa o nulla rispondenza alle attuali normative antisismiche ed energetiche. Attualmente risulta che solo il 2% del patrimonio edificato è inserito in una classe energetica superiore (A o B): questo significa che la maggior parte degli edifici è sprovvisto di adeguati standard in tema di benessere climatico ed esigenze di comfort e salubrità, caratteristiche che non possono sfuggire a un attento e professionale manager condominiale.

Condominio Expo richiamerà a Bergamo una rappresentanza altamente qualificata della filiera delle costruzioni e ristrutturazioni, che permetterà di esporre il meglio del Made in Italy di settore e non solo: enti, istituzioni, imprese, associazioni, banche e finanza saranno tutti insieme per “ricostruire” l’Italia immobiliare del futuro.

Per maggiori informazioni: www.condominioexpo.com  

Settembre 2015

Articoli Correlati

Nell'attuale contesto in cui il cambiamento climatico assume una crescente e incombente...
Scelto il rinnovato BoPo di Ponteranica per la cena annuale della nostra rivista, all’...
La ex bocciofila diventa ristorante con ampi spazi interni ed esterni, gestito dalle...
La celebre Infinity Mirror Room dell’artista giapponese arriva per la prima volta in...