feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

In Kenya Fish & Rise - Progetto pilota di Acquaponica

Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina con Associazione Franco Pini onlus per favorire sviluppo sostenibile ed economia circolare a Nyagwethe

Il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina svolge attività di servizio locale ed internazionale a sostegno di attività in ambito socio-sanitario, scolastico e culturale. Quest’anno, oltre alle numerose iniziative locali, il Club ha deciso di sostenere un innovativo progetto dell'Associazione Franco Pini Onlus, che ha sede a Ponteranica (BG). Franco Pini, venuto a mancare pochi anni fa, è stato un bergamasco alpino indomito che ha dedicato gli ultimi 35 anni della sua vita allo sviluppo del piccolo villaggio di Nyangwethe in Kenya sul lago Vittoria trasformandolo in un paese di 4000 abitanti, ben strutturato dal punto di vista socio economico.

L’Africa, come molte altre zone povere del mondo, dovrà affrontare una crescita che presenta problematiche enormi che troveranno ulteriori variabili di stress nella migrazione, nello sfruttamento incontrollato del territorio e nel cambiamento climatico. Il progetto Fish & Rise vuole affrontare queste problematiche consentendo uno sviluppo sostenibile, dal punto di vista ambientale, e “circolare” grazie all’autonomia che ne può derivare.

Il progetto di acquaponica Fish & Rise prevede inizialmente la costruzione di tre vasche per l’allevamento di circa 8000 kg di pesce all’anno. L’acqua drenata, proveniente dalle vasche di allevamento ricche di composti azotati, andrà ad irrigare le colture idroponiche poste in serra, consentendo così la produzione di pesce ed ortaggi da conferire alla comunità scolastica. Si pensa di utilizzare come pesce il Tilapia in quanto specie autoctona, robusta e soprattutto erbivora, purtroppo anche sempre meno presente nel lago Vittoria, grazie all’enorme e indiscriminato suo pescaggio, unitamente al sempre più crescente inquinamento. L’obiettivo, nell’ottica di una economia circolare, consentirà, quale alimentazione del Tilapia, anche lo sviluppo della coltivazione di Lemna (lenticchia d’acqua) da parte dei contadini locali con incremento del lavoro di prossimità. Interessante è anche lo studio relativo alle possibili proprietà terapeutiche della pelle del Tilapia sulle grandi ustioni, per cui si prevedono studi scientifici in collaborazione con gli ospedali di Nairobi, Milano Niguarda e Bergamo.

L’esecuzione darà lavoro alle imprese locali e garantirà una buona sicurezza alimentare ai circa 600 ragazzi delle scuole, a cui è dedicato il progetto iniziale “quando mangio studio meglio”, poichè una sana e corretta alimentazione consente uno studio migliore. Potrà svilupparsi anche un’imprenditoria locale creando fonte di reddito derivante dalla produzione e vendita di pesce, ortaggi e lemna. Il progetto è già a buon punto per quanto riguarda l’approvvigionamento idrico ed è allo studio la possibilità di garantire l’energia elettrica attraverso impianti fotovoltaici. La formazione delle indispensabili maestranze locali e la crescita delle competenze professionali, per garantire la necessaria manutenzione, sarà seguita dall’associazione Franco Pini. Oltre al Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina collaborano al progetto l’Università degli Studi di Milano, il Politecnico di Milano, Acquifera onlus e l’Università di Bergamo. Si prevede la messa in funzione dell’impianto entro il 2023. L’entusiasmo con cui il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina sostiene il progetto Fish & Rise deriva anche dalla speranza di potere creare un format virtuoso di economia circolare replicabile e adattabile a diverse realtà socio-economiche, che vanno da poche famiglie a paesi piccoli o grandi, garantendo una sicurezza alimentare e uno sviluppo basati su principi di autonomia ed equità.

Per maggiori informazioni sul progetto o eventuali sostegni rivolgersi a:
Il Rotary Club Sarnico e Valle Cavallina: cell. +39 3356013565 (Paolo Rota)
Associazione Franco Pini: cell. +39 335 636 7952 (Davide Pini)

Luglio 2021

Articoli Correlati

Domenica 19 settembre nell’ambito dello spazio incontri del Festival della SOStenibilità...
È tempo di cambiare. È il momento dell’Economia Sociale Solidale. Al via il 19 settembre...
Sabato taglio del nastro, stand, giochi e attività per tutti Alle 10 apertura spazi...
Domenica biciclettata e incontri con DessBg e il pranzo sostenibile Dalle 9 alle 19...