feedFacebookTwitterlinkedinGoogle+

infoSOStenibile

BioDomenica di Primavera: Produttori biologici e filiera corta

Il 14 maggio al Festival della SOStenibilità torna l’appuntamento organizzato dal Bio-Distretto dell’agricoltura sociale

La BioDomenica è un evento che il Bio-Distretto dell’Agricoltura Sociale di Bergamo propone ormai da alcuni anni per sostenere e promuovere i produttori agricoli biologici bergamaschi. Le ultime edizioni si sono svolte in autunno, in concomitanza con il “Mercato dei Mercati”, altro evento ormai consueto che coinvolge anche i produttori non certificati biologici, ma sempre a kilometro zero e a filiera corta. Per il 2023 però la BioDomenica torna nella stagione del risveglio della natura e lo fa inserendosi nell’ampio ventaglio delle proposte del Festival della Sostenibilità, in perfetta linea con la sensibilità ambientale ed ecologica della due giorni.

La zona adiacente al teatro Donizetti e il giardino con il monumento al grande musicista bergamasco costituiranno l’accogliente scenografia del grande mercato, che avrà luogo domenica 14 maggio con l’apertura degli stand dei produttori prevista dalle ore 9 alle 19.

Con Aiab e ospiti da altri BioDistretti

La BioDomenica è una campagna di Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica) che viene proposta nel territorio nazionale dai vari soggetti, come ad esempio i BioDistretti, che riuniscono i produttori biologici italiani. All’insegna della collaborazione tra BioDistretti, l’associazione bergamasca ha invitato alcuni produttori del Bio-Distretto della Valtellina, di quello di Mantova e, in pieno spirito di unione tra le due attuali capitali della cultura, del Bio-Distretto della Valcamonica. Tra quest’ultimo e il Bio-Distretto nostrano si sta sempre più consolidando un’ottima collaborazione e condivisione d’intenti per promuovere i rispettivi territori, produttori ed economie locali.

Oltre all’area dedicata agli ospiti fuori provincia, sarà allestita anche una zona riservata ai produttori di vino biologico bergamasco, in continuità con gli sforzi che il Bio-Distretto bergamasco sta portando avanti per promuovere non solo la cultura del buon vino locale, già ampiamente apprezzato, ma anche quella del vino biologico, che in bergamasca è ancora una realtà di nicchia.

Polenta pedalata, laboratori, degustazioni e tanti buoni prodotti a km zero

I visitatori non avranno solo la possibilità di acquistare e degustare prodotti tipici e primizie, ma anche l’opportunità di conoscere da vicino, ascoltando direttamente dalla voce di chi produce, la storia, la tecnica e le curiosità delle molte specialità offerte. L’incontro tra chi consuma e chi produce è un’esperienza di particolare valore, perché permette di apprezzare la qualità e la sostenibilità di ciò che mangiamo e consente ai piccoli produttori locali di farsi conoscere e di esaltare le proprie singolarità. E’ fuor di dubbio che ciò non può avvenire facendo la spesa nei centri della grande distribuzione organizzata, dove la fonte di conoscenza è la semplice etichetta posta sull’articolo. Per questo motivo la BioDomenica, come pure i vari mercati agricoli a kilometro zero del territorio bergamasco, sono occasioni davvero preziose per i consumatori attenti: un appuntamento da non mancare!

Simonetta Rinaldi

Maggio 2023

Articoli Correlati

Incontri, scambi, momenti formativi e ludici hanno arricchito la nuova edizione della...
Il recente libro di Elena Granata evidenzia come le donne abbiano sempre maturato un...
Dal 21 giugno al 12 luglio torna il festival organizzato da Legambiente Bergamo che...
Al Polaresco l’1 e il 2 giugno un fine settimana dedicato ad ambiente, natura e cura del...